Home » Cividalese

Prenota in questa area



Adulti
Bambini

  Cividât no je une vile, ma une ponte di citât /Cividale non è un paese ma una piccola città, dice una nota villotta friulana. A Cividale infatti, fin dall’epoca della sua ragione: fondazione da parte dei Romani, fu capoluogo del territorio circostante, e in epoca longobarda addirittura capitale del ducato del Friuli. Ancora oggi è, per il particolare impianto urbano, per l’importanza dei monumenti che testimoniano il suo ricco passato, per le opere d’arte conservate nelle sue chiese e nei suoi musei, uno dei gioielli del Friuli. E’ punto preciso di riferimento per un notevole numero di paesi, soprattutto per quelli delle valli del Natisone e dei suoi affluenti, caratterizzati da un dialetto slavo che affonda le radici in tempi lontani e da una architettura rurale e una cultura artistica che trovano per lo più riscontri nella vicina Slovenia. La suggestiva grotta d’Antro, unica nel suo genere in regione, l’eccezionale museo del duomo e l’arioso ponte del Diavolo di Cividale,le due deliziose chiesette di Cravero in cui felicemente convivono pittura rinascimentale e scultura barocca, il frequentato Santuario di Castelmonte, permettono in breve spazio di entrare in contatto con antiche civiltà diverse l’una dall’altra. Nel cosiddetto “triangolo della sedia”, con centro a Manzano, s’incontrano non solo le tante fabbriche che l’hanno reso famoso nel mondo, ma anche colli ondulati e gli estesi vigneti in cui si producono vini d’eccezione, come il nobile Picolit: su di essi vigilano, dall’alto, la medioevale Abbazia di Rosazzo (il monasterium rosarum, come venne chiamato nel 1161), e la severa Rocca Bernarda che si dice costruita da Giovanni da Udine. Paesi industriosi, che spesso hanno sconvolto il territorio per dare spazio ad attività economiche, ma che non hanno cancellato i segni del passato. Lo testimoniano le tante ville nobiliari, talvolta splendidamente affrescate, di S. Giovanni al Natisone e Buttrio, Moimacco e Povoletto.

BUSINESS PARTNERS

Immagini del Friuli Venezia Giulia