Home » Provincia di Gorizia

Prenota in questa area



Adulti
Bambini

Tra le più piccole province d’Italia, rappresenta un autentico scrigno di bellezze ambientali, storiche e culturali, beneficiata da un clima mite per buona parte dell’anno, dove a nord il paesaggio collinare del Collio goriziano – molto frequentemente terrazzato e rinomato in tutto il mondo per i prodotti dei suoi vigneti – si apre all’Europa orientale attraverso le valli dell’ Isonzo e del Vipacco. La parte centro-orientale appartiene all’area carsica litoranea ed è caratterizzata da boscaglie, lande, pinete artificiali e ambiti paludosi. Proseguendo verso sud il fiume Isonzo giunge al mare in un’interessante area di bonifica che introduce al superbo paesaggio della laguna di Grado. Nella provincia di Gorizia vivono circa 140.000 abitanti, che assommano comunità diverse (friulana, bisiaca, gradese, veneta, istriana, slovena), le quali mantengono parlata e costumi ancora vivaci, arricchendone sensibilmente la storia antropologica. Per secoli territorio imperiale austriaco, essa ne tramanda l’ordine nelle cittadine, lo stile di palazzi e chiese e persino certe caratteristiche culinarie (iota, crauti, strudel, putizza, prestniz, kiffeletti, ecc). Aspetti questi che si affiancano alle testimonianze davvero numerose di monumenti, trincee, cimiteri, campi di battaglia della Grande Guerra che l’ha ricondotta all’Italia. Il periodo successivo al II conflitto mondiale, che ha visto la divisione del mondo in due sfere di influenza politica, per oltre mezzo secolo ha costretto la provincia di Gorizia a vivere in una dimensione di terra di confine, talora molto pesante, la quale ha avuto risoluzione solo nel 2004 con l’entrata della Slovenia nell’UE. Oggi si può dire che la provincia di Gorizia si trova al centro di una delle zone più vitali della nuova Europa allargata ad Est e che nuove opportunità si prospettano per le sue genti.

BUSINESS PARTNERS

Immagini del Friuli Venezia Giulia